Diritto alla riservatezza

Le fonti del diritto in Europa ed in Italia

In Europa il fondamento normativo è dato dall’articolo 8 della Convenzione per la Protezione dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali, sottoscritta a Roma il 4 novembre 1950 e ratificata poi dall’Italia con la legge 4 agosto 1955, n. 848.

Il citato articolo 8 testualmente recita:

  • Ogni persona ha diritto al rispetto della sua vita privata e familiare, del suo domicilio e della sua corrispondenza.
  1. Non può esservi ingerenza di una autorità pubblica nell’esercizio di tale diritto a meno che tale ingerenza sia prevista dalla legge e costituisca una misura che, in una società democratica, è necessaria per la sicurezza nazionale, per la pubblica sicurezza, per il benessere economico del paese, per la difesa dell’ordine e per la prevenzione dei reati, per la protezione della salute o della morale, o per la protezione dei diritti e delle libertà altrui.


L’applicazione della norma ottiene effettività da parte della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.